Tenti Financial Management

HOME


Prima di proseguire nella visita del sito siete pregati di leggere l'importante avvertenza legale


TFM ADVISORY


L'attività di advisory comprende diverse competenze che includono l'attività di Risk Management, le analisi per la ristrutturazione dei processi aziendali ed in particolare dei servizi di investimento  e l'advisory di fondi Ucits.

Risk Management: l'attività di risk management viene svolta a supporto delle funzioni di risk management, compliance ed auditing. L'obiettivo del controllo è generalmente di secondo livello, rispetto al primo livello che viene espletato dal Risk Management.
Il controllo riguarda i servizi di investimento ed il portafoglio di proprietà e, attraverso le più moderne tecniche statistico-quantitative,  si pone come obiettivo la valutazione del rischio attraverso la serie storica del servizio di investimento, seguendo la metodologia prescritta dalla Direttiva Mifid.  Vengono poi  simulati dei contesti di condizioni incerte di mercato (stress tests) per verificare come si comportano i portafogli e se rimangono adeguati in base alla normativa dei servizi di investimento, o se limitano le perdite, nel caso del portafoglio di proprietà.

Analisi per la ristrutturazione dei processi aziendali:
Con l'avvento della Direttiva Mifid 2 le Istituzioni Finanziarie, ed in particolare le Banche, hanno l'esigenza di verificare se i processi aziendali, dalla modalità di prestazione dei servizi di investimento, al contenuto formativo erogato alla rete, alle procedure di controllo una volta erogato il servizio (post-vendita), sono adeguate. TFM Advisory analizza i processi aziendali, i flussi informativi, i servizi di investimento e le policies, redige una relazione sullo stato dell'arte
e collabora con l'Istituzione nella definizione delle modifiche necessarie da apportare per mantenere adeguati i processi stessi.

Advisory per Fondi Ucits:
TFM supporta il Fondo nelle scelte di allocazione redigendo l'analisi di scenario, l'analisi dei fattori di rischio che potrebbero determinare l'andamento del Fondo e formula una proposta di asset allocation, intesa come ripartizione tra azioni, obbligazioni e liquidità.
In base alle caratteristiche del fondo varia il livello di complessità della soluzione proposta.
Una volta approvata dal Fondo la linea di allocazione strategica, TFM indica le obbligazioni e le azioni che potrebbero essere acquistate, basandosi sull'analisi competitiva di lungo periodo e su metodologie quantitative proprietarie per quanto riguarda il timing.
TFM supporta il Fondo anche nell'analisi del rischio (analisi rischio di liquidità e rischio di controparte, analisi sintetica del rischio/rendimento, analisi di variabilità del portafoglio in base a diversi scenari), e per quanto riguarda la normativa EMIR.